Denti sensibili Cause e rimedi

Denti sensibili: Cause e rimedi

I denti sensibili sono un grande fastidio e disagio per molte persone di ogni età, solitamente però viene segnalato tale problema nella fascia che va dai 20 ai 50 anni. Il dolore che si sente è acuto anche se di durata breve e arriva all’improvviso al contatto con sostanze o aria fredda. È proprio lo sbalzo di temperatura a provocare la risposta dolorosa a tutte le stimolazioni termiche a causa di un’esposizione anomala dei tubuli dentinali. Questo accade perché al loro interno vi sono contenuti nervi che sono collegati alla polpa dentaria.

Quali sono le cause dei denti sensibili

Le motivazioni che si nascondono dietro alla ipersensibilità dei denti possono essere molteplici. Il dente potrebbe essere rimasto esposto a causa di una parodontite che fa recedere le gengive lasciando scoperta la parte più sensibile. Un’altro motivo potrebbe essere dato dalla presenza di un’abrasione o di reflusso gastrico ma potrebbe anche essere un problema di alimentazione sbagliata o probabilmente di un’igiene dentale non eseguita in modo adeguato.

PRODOTTO INNOVATIVO A VIBRAZIONI SONICHE MOLTO EFFICACE PER LA PULIZIA DEI DENTI CASALINGA

Può succedere talvolta che si verifichi una sensibilizzazione eccessiva dei denti che porta a dolore se si eseguono certi trattamenti ortodontici. In altri casi tale problema è stato segnalato da pazienti che soffrono di bruxismo, ovvero il disturbo che provoca un digrignamento dei denti anche durante il sonno. Tale azione involontaria provoca il consumo dello smalto superficiale del dente e lo lascia quindi senza protezione provocandone il dolore. Anche lo sbiancamento dentale se effettuato in modo troppo aggressivo e da persone incompetenti potrebbe essere una causa di dolore dovuto ai denti sensibili, meglio rivolgersi a professionisti del settore per essere più sicuri ed evitare danni ai denti.

Quali sono i motivi per cui si verificano i dolori da denti sensibili?

La sensibilità dei denti si manifesta nel momento in cui la parte sottostante lo smalto si ritrova ad essere esposta e senza più protezioni di sorta. In questa area vi è la dentina attraverso la quale passano le fibre nervose che raggiungono la parete centrale del dente. Per tale ragione il contatto con un fattore scatenante provoca la stimolazione della fibra nervosa creando il tipico dolore breve ma intenso. Se si hanno dei problemi dentali ci si deve rivolgere al più presto al proprio dentista in modo da verificarne le cause e risolvere il problema.

Per ridurre al massimo l’esposizione della dentina, è fondamentale avere cura dei denti tramite la giusta alimentazione e la corretta igiene orale. Per diminuire la sintomatologia dolorosa si possono modificare le proprie abitudini quotidiane evitando cibi acidi, dolci, bevande troppo fredde o troppo calde. Anche la pulizia va eseguita con il massimo riguardo senza eccessivi sfregamenti ed utilizzando acqua tiepida oltre a dentifricio e collutorio studiati per i denti sensibili. Attenzione a non fare l’errore di non lavare bene in denti per paura del dolore, tale atteggiamento andrebbe solo a peggiorare la situazione creando infezioni ben più gravi.
Gli sbiancanti dentali possono, talvolta, accentuare l’assottigliamento dello smalto e quindi il pericolo di lasciare scoperta la dentina. Meglio rivolgersi a professionisti competenti per eseguire tale trattamento.

LEGGI ANCHE: RIMEDI NATURALI PER MAL DI DENTI

Quali sono le abitudini da seguire per evitare la sensibilità dei denti?

Prima di tutto bisogna ricordare che il fumo è altamente deleterio per chi soffre di denti sensibili. Smettere di consumare tabacco, o ridurre al minimo il numero di sigarette, aiuta migliorare la situazione. Un’ottima igiene orale è la prima buona abitudine da mantenere e migliorare. Ogni giorno, dopo i pasti, bisogna spazzolare per almeno 3 minuti i denti seguendo le indicazioni del proprio dentista, in particolar modo bisogna dedicare il giusto tempo alla pulizia dei denti prima di andare a dormire.

Il consumo di alimenti e bevande acide contribuiscono all’insorgenza dei denti sensibili e scatenano il dolore, sarebbe meglio quindi prendere l’abitudine di evitare queste sostanze. Ad esempio, bere spremute di agrumi fa bene alla salute ma è meglio utilizzare una cannuccia per evitare il contatto diretto con lo smalto dei denti.
Lo stesso vale per alcuni succhi di frutta oltre che per le bibite a ph acido e per l’acqua frizzante a causa degli additivi che vengono aggiunti e provocano la scopertura della dentina.

TI POTREBBE INTERESSARE: RIMEDI PER GENGIVITE

Quali sono i rimedi contro la sensibilità dei denti?

Le soluzioni per evitare i sintomi dolorosi dei denti sensibili sono diverse. Tra quelle esistenti vi è il trattamento con un’apposita vernice apposita da applicare sui denti per ristabilire la giusta protezione. In alternativa si può effettuare una laser terapia alleviando i disturbi dolorosi.

Come funzionano questi metodi curativi?

Vernice e lacca devono essere applicate dal dentista competente o dall’igienista dentale. I trattamenti hanno una durata che può variare secondo i casi e si può ripetere ove necessario.

Il laser è un sistema che risulta utile per ridurre i problemi provocati dai denti sensibili. In questo modo si può diminuire l’impatto termico da contatto diminuendo l’ipersensibilità dentale che in alcuni casi viene eliminata completamente. Applicando il laser sui denti interessati si agisce direttamente sui tessuti duri dei denti, ovvero dentina e smalto, creando una sorta di sigillo per i tubuli dentinali scoperti.

Il dentista, dopo un’attenta visita, valuterà ogni caso individualmente prima di decidere quale trattamento sia il più adeguato alla specifica situazione.

Durante l’abituale visita mensile o trimestrale per l’igiene orale, si deve esporre il problema di ipersensibilità dentale in modo da poter agire per tempo. Non si deve attendere a lungo però, ai primi segnali di denti sensibili bisogna provvedere a correggere l’alimentazione, migliorare la pulizia quotidiana ed effettuare la visita per assicurarsi che non vi siano ulteriori infiammazioni o infezioni in corso. Prenota ora la tua visita di controllo dall’odontoiatra esponendo il tuo problema di ipersensibilità dentale e trovando con lui la migliore soluzione.

PRODOTTI PER SBIANCAMENTO DENTI CONSIGLIATI: PRODOTTI PER IGIENE DENTALE CONSIGLIATI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il rimedio N.1 in Italia per Sbiancare i DentiORDINA ORA (Sconto del 55%)